MOSTRA "Portatemi dell'Acqua di Nocera Umbra

L'acqua di Nocera Umbra, un simbolo per il nostro borgo che vanta secoli di storia e di grandi successi anche oltre oceano.

l'Acqua, è uno dei quattro elementi della natura che oggi possono sembrare beni scontati ma che rappresenteranno nei prossimi anni e sempre di più, il vero “oro” di cui nessuno potrà fare a meno per vivere in armonia e benessere.

Proprio dall'acqua vogliamo partire presentando, in collaborazione con Gianluca Giovannini, una mostra che si svolgerà a partire dal 19 al 24 Agosto a Palazzo Dominici all'interno dell'evento "Festa delle Acque" che vede il susseguirsi di numerosi spettacoli e manifestazioni nel nostro magnifico borgo nocerino.

 

"Portatemi dell’acqua di Nocera:… “ è la 5° mostra che organizzo in paese da quando il terremoto del 97 ha segnato una specie di spartiacque tra due Nocere. Un altro piccolo evento culturale, ma anche un effervescente momento di aggregazione, per far riflettere, ieri come oggi, sul concetto di identità, luogo, paesaggio. Nel lontano 1999 debuttai con una mostra cartofila su Nocera e sul suo territorio, in grado di richiamare lungo i vialetti dei “Giardini Pubblici”, visto l’inagibilità del centro storico, tantissimi visitatori. Seguì un libro di cartoline e la nascita di un movimento attivissimo di collezionisti del posto. Nel 2004 organizzai una rassegna di documenti antichi (dai primi anni del 900 fino agli anni 60) prodotti dalle diverse amministrazioni cittadine e pubblici uffici locali. Ancora una volta, come location, scelsi semplicemente la strada. Per l’esattezza la Piazzetta Vincenzo Blasi, transennata e piena di impalcati di sicurezza. Nel 2007, invece, all’interno della fontana in P.zza Medaglie d’Oro, sempre per il solito motivo di inutilizzazione del centro storico, allestii una mostra fotografica su Nocera. Nel 2011, invece, fu la volta della mostra sulla “lira”, che tanto interesse suscitò tra i visitatori. La montai lungo il borgo, in un locale ristrutturato davanti all’impraticabile e mesto Palazzo Camilli. Insomma, piccoli eventi finalizzati a ridare un barlume di lustro e vitalità ad un paese gravemente ferito dal terremoto, in larga parte transennato e semibuio, sognando il giorno di poter rientrare in un Palazzo del centro storico per allestire una nuova mostra. Oggi, quel giorno, è finalmente arrivato. E guarda caso anche l’occasione è una di quelle che ritengo di tutto rispetto. Tra una settimana, il 24 agosto 2019, ricorrerà il 125° anniversario della registrazione del marchio dell’“Acqua Nocera Umbra”, e un tributo a questa nostra immensa ricchezza naturale, che dalla notte dei tempi identifica e distingue la nostra città, non potevamo non farlo. Una mostra che racconta la storia del “Bagno di Nocera”, della “Felice Bisleri & Co.” e del suo fondatore attraverso le stampe, le locandine, i gadget, le etichette, le cartoline e le foto del tempo. Una carrellata di documenti che ci permettono di tessere un mosaico di emozioni e di sentimenti cangianti, raccontando la bellezza, la qualità e la produzione dell’acqua di Nocera. 
Allestire questa mostra in questo Palazzo nobiliare ristrutturato a regola d’arte; ritornare a sentire gli odori antichi degli androni, i silenzi ovattati delle sale, il mesto e flebile vocio dei visitatori; ripensare a tutti quegli anni in cui ho ramingato con i miei quadri, in giro per Nocera, alla ricerca di un angolo di paese agibile e sicuro; mi ha insegnato che nessun terremoto potrà mai fermare la forza e il coraggio dei desideri

In collaborazione con "Nocera Umbra Borgo Green".

Gianluca Giovannini

Mostra Portatemi dell'Acqua definitiva.j
festa delle acque.jpg